ORGANI COLLEGIALI

INTERCLASSE
Nominativo Incarico
Venturini Carla Rappresentante della Sezione Panda
Romanazzi Sara Rappresentante della Sezione Pesciolini
Rappresentante della Sezione Coccinelle
Di Giacomo Ilaria Rappresentante di classe 1°
Ciaccia Alessandra Rappresentante di classe 2°
Scalise Iole Rappresentante di classe 3°
Saia Irene Rappresentante di classe 4°
Pierdominici Francesca Rappresentante di classe 5°
CONSIGLIO DI ISTITUTO

Eletto il 22-23 ottobre 2019

Rappresentante della Direzione = Suor Paolina,

Rappresentante dell’Ente Gestore = Suor Emanuela,

Due rappresentanti del corpo Docente = D’AMICO Sonia per la scuola dell’Infanzia,

MALETTA Olga per la scuola Primaria,

Rappresentanti dei genitori:

 _____________ = Presidente

_____________ = Vicepresidente

_____________= Segretario

Rappresentante del personale non Docente = BOTTINI Rossella.

Ruolo Mansioni/Responsabilità Composizione
CONSIGLIO DI INTERCLASSE

Si elencano i compiti specifici definiti dall’art. 4 dello STATUTO degli ORGANI COLLEGIALI della Scuola dell’Infanzia e Primaria paritaria “Benedetta Cambiagio”:

 

·         Formula al Collegio dei Docenti proposte in ordine all’azione educativa e didattica, alla adozione dei libri di testo e ad iniziative di sperimentazione;

·         agevola ad estendere i rapporti reciproci tra docenti, genitori ed alunni;

·         Esprime pareri riguardo ad altri argomenti legati al buon funzionamento delle classi (programmi di studi, disciplina, rendimento della classe) e propone eventuali soluzioni agli organi competenti.

·         Direttrice e Coordinatrice

·         Docenti della classe

·         Rappresentante eletto dei genitori degli alunni iscritti alla classe

CONSIGLIO D’ISTITUTO

Si elencano i compiti specifici definiti dall’art. 4 dello STATUTO degli ORGANI COLLEGIALI della Scuola dell’Infanzia e Primaria paritaria “Benedetta Cambiagio”:

 

·         Elegge nella prima seduta tra i rappresentanti dei Genitori il Presidente e il Vice-Presidente a maggioranza assoluta nella prima e seconda votazione e a maggioranza relativa nella terza.

·         Elegge nella prima seduta tra i propri membri un Giunta Esecutiva

·         Definisce gli indirizzi generali per le attività delle scuole funzionanti nel proprio ambito sulla base delle finalità fondamentali del Progetto Educativo;

·         Adotta il Piano dell’Offerta Formativa Triennale elaborato dal Collegio dei Docenti;

·         Dispone l’adattamento del calendario scolastico alle specifiche esigenze ambientali, tenendo presente quanto previsto dal Regolamento in materia di Autonomia;

·         Promuove contatti con altre scuole e istituti al fine di realizzare scambi di informazioni e di esperienze e di intraprendere eventuali iniziative di collaborazione;

·         Promuove la partecipazione dell’ Istituto ad attività culturali, sportive e ricreative di particolare interesse educativo;

·         Regola forme e modalità per lo svolgimento di iniziative assistenziali che possono essere assunte dall’Istituto;

·         Propone all’Amministrazione dell’Istituto indicazioni per l’acquisto, il rinnovo e la conservazione delle attrezzature tecnico-scientifiche e dei sussidi didattici, compresi quelli audio-televisivi, multimediali e le dotazioni librarie;

·         Indica i criteri generali relativi alla formazione delle classi, all’adattamento dell’orario delle lezioni e delle altre attività scolastiche alle condizioni ambientali e al coordinamento organizzativo dei consigli di classe ed esprime parere sull’andamento generale dell’Istituto.

Rappresentanti delle seguenti categorie:

·         Ente Gestore: un rappresentante da esso designato

·        Dirigenza scolastica: la Direttrice di ogni tipo di scuola presente nell’ambito del C.d.I.

·        Insegnanti: uno per ambito di scuola

·        Rappresentante del personale non docente

·        Genitori: 3 Rappresentanti eletti

 

COLLEGIO DOCENTI

Si elencano i compiti specifici definiti dall’art. 4 dello STATUTO degli ORGANI COLLEGIALI della Scuola dell’Infanzia e Primaria paritaria “Benedetta Cambiagio”:

 

·         Ha potere di deliberare in materia di funzionamento didattico;

·         Elabora il Piano dell’Offerta Formativa sulla base degli indirizzi generali definiti dal C.d.I;

·         Cura la programmazione dell’azione educativa anche al fine di adeguare, nell’ambito degli ordinamenti della scuola stabilito dallo Stato, i programmi di insegnamento alle specifiche esigenze ambientali e di favorire il coordinamento interdisciplinare;

·         Formula proposte alla Direttrice per la formazione e la composizione delle classi, per la formulazione dell’orario delle lezioni e per lo svolgimento delle altre attività scolastiche, tenuto conto dei criteri generali indicati dal C.I. e della normativa vigente sull’autonomia delle singole istituzioni scolastiche;

·         Valuta periodicamente l’andamento complessivo dell’azione didattica per verificarne l’efficacia in rapporto agli orientamenti e agli obiettivi programmati, proponendo, ove necessario, opportune misure per il miglioramento dell’attività scolastica;

·         Provvede all’adozione dei libri di testo, sentito il Consiglio di Interclasse;

·         Adotta e promuove iniziative di sperimentazione in conformità alle normative vigenti sull’autonomia scolastica;

·         Promuove iniziative di aggiornamento dei docenti dell’Istituto;

·         Elegge i suoi rappresentanti nel Consiglio d’Istituto con votazione segreta;

·         Elegge i docenti incaricati di collaborare con la Direttrice: uno per la Scuola dell’Infanzia e uno per la Scuola Primaria;

·         Esamina, allo scopo di individuare i mezzi per ogni possibile recupero, i casi di scarso profitto o di irregolare comportamento degli alunni, su iniziativa dei docenti della rispettiva classe e sentiti gli specialisti che operano in modo continuativo nella scuola con compiti medico-psicopedagogici e di orientamento.

 

 

·         Personale docente, operante nei singoli indirizzi o gradi di scuola: Infanzia, Primaria

·         Direttrice Coordinatrice delle Attività  Didattiche